Blog

Un mare di libertà

un-mare-di-liberta-

Perché ci affascina così tanto? Perché ci attira e allo stesso tempo ci respinge? Cosa si nasconde nell’acqua che cambia colore ogni istante?

1 Belgio – Tanti anni fa

Il paesaggio che scorre fuori dal finestrino é pressoché identico per chilometri e chilometri. Domina il colore verde delle foreste che si mescola in lontananza col grigio del cielo carico di pioggia. Brutti presentimenti che cerco di esorcizzare con i giocattoli contenuti nel mio zainetto. Il tempo passa, l’impazienza cresce e la frequenza delle domande si fa sempre più pressante: “Quando arriviamo?”, “Ma dove sta? Non si vede…”. Poco tempo prima, infagottato nelle braccia di mia madre, l’ho potuto ammirare e, anche se solo per pochi istanti, i colori e i profumi mi sono entrati dentro. I piedini affondano finalmente in quella sabbia strana mentre gli corro goffamente incontro; il vento autunnale increspa le onde e rende il fondale di un colore a metà tra il verde e il giallo. Col cappuccio in testa e gli occhi semi chiusi, capisco come non sia mai uguale a se stesso.

“Sono confuso come un bimbo appena nato…

sono turbato di fronte alla marea”…